In Recensioni Deumidificatori Olimpia Splendid
Olimpia Splendid Aquaria 16 – Recensione

I NOSTRI VOTI

Potenza7.9
Risparmio Energetico8.9
Capienza Tanica7.3
Silenziosità8.2
Voto Totale 8.1

COSA CI PIACE
  • Design molto curato
  • Controllo elettronico
  • Umidostato digitale
  • Avviso riempimento serbatoio
  • Sbrinamento automatico
  • Funzione Superdry per il bucato
  • Filtraggio Pure System 3
  • Filtro HEPA
COSA NON CI PIACE
  • Serbatoio a capienza limitata
  • Privo di timer e autospegnimento
  • Ventilazione non regolabile
SCHEDA TECNICA
  • Marca: Olimpia Splendid
  • Portata: 16 l/24h
  • Consumi: 312 Watt
  • Tanica: 1.8 Litri
  • Rumore: 40 Db
  • Per stanze fino a: 140 m3
  • Scheda Tecnica Completa

Recensione Olimpia Splendid Aquaria 16


L’Olimpia Splendid Aquaria 16 è un versatile deumidificatore portatile dalle ridotte dimensioni e dalla linea particolarmente curata. Adatto sia alla deumidificazione ambientale in senso stretto che all’asciugatura del bucato, è dotato di una comoda maniglia baricentrica per il trasporto, di serbatoio rimovibile, scarico esterno per l’operatività a ciclo continuo e di filtro HEPA per la purificazione dell’aria.

L’interfaccia di controllo è di tipo elettronico e prevede numerose funzionalità automatiche, tra cui lo sbrinamento a basse temperature e l’auto-arresto nel caso il serbatoio raggiunga il suo limite di capienza.

Design e Qualità Costruttiva

Dopo aver recensito altri esemplari di questa interessante gamma di deumidificatori portatili, come ad esempio l’Aquaria 10, torniamo oggi ad occuparci del non consueto abbinamento “deumidificazione & design” con l’Olimpia Aquaria 16, compatto dispositivo portatile per la lotta contro umido e muffa, con utili funzionalità per l’asciugatura dei panni e un occhio di riguardo per la componente estetica.

Se normalmente, infatti, i deumidificatori hanno la piccola pecca di sacrificare l’aspetto (spesso fin troppo spartano) in nome delle prestazioni nude e crude, lo stesso non può dirsi per questo modello, che come altri esemplari della linea Aquaria vanta un design accattivante ed estremamente curato, firmato dalla coppia S. Ercoli e A. Garlandini.

Naturalmente questo approccio più “ricercato” non ha portato all’estremo opposto, facendo passare in secondo piano le performance dell’Olimpia Aquaria 16, che rimangono il suo focus principale, anzi. Le considerazioni estetiche sono state semplicemente “combinate” con quelle pratiche, dando come risultato un deumidificatore compatto, dalle buone performance e dal look particolarmente adatto agli ambienti tipicamente domestici per cui è stato progettato.

Qualche esempio di questa “sintesi”? Cominciamo dalla cosiddetta “maniglia baricentrica”, termini tecnico dietro cui si nasconde il fatto che l’Olimpia Aquaria 16 sia dotato appunto di una maniglia integrata e ottimizzata per una corretta distribuzione del peso. L’obiettivo, in questo caso, è aumentare la facilità di trasporto e può dirsi assolutamente riuscito, in considerazione anche delle ridotte dimensioni (30,5 X 46,4 X 26,1 cm) e peso (circa 12 kg). La maniglia entra in gioco soprattutto quando si vuole sollevare il deumidificatore da terra e collocarlo su superfici rialzate, mentre per gli spostamenti più estesi o da un ambiente all’altro ci sono le ruote piroettanti in materiale antigraffio, adatte dunque anche a pavimenti in parquet.

Il design, dicevamo, è uno degli assi nella manica dell’Olimpia Aquaria 16, che si presenta realizzato in plastiche di discreta qualità, con un guscio sagomato con forme curve morbide e molto gradevoli, come piacevole è la sua combinazione cromatica in bianco e verde, che si abbina molto bene ad un arredamento domestico e dona al deumidificatore, nel complesso, un aspetto da elettrodomestico vintage, ma con tocchi moderni, come il piccolo display a cristalli liquidi incorporato.

L’interfaccia di controllo dell’Olimpia Aquaria 16 è infatti completamente elettronica, e sullo schermo potremo sia visualizzare temperatura e tasso d’umidità ambientali che stato delle varie funzionalità (attivazione, turbo, segnale serbatoio pieno, auto-sbrinamento e così via).

Strutturalmente parlando, il deumidificatore incorpora un serbatoio in plastica trasparente per l’acqua prodotta, cosa che consente di vigilare con facilità sul suo livello di riempimento.  La capienza è molto bassa (1,8 litri), specie se si utilizza l’Olimpia Aquaria 16 a ciclo continuo, ma fortunatamente al momento dell’acquisto troveremo incluso nella scatola anche il kit per lo scarico esterno, che annulla del tutto il problema.

Internamente, infine, troviamo un sistema di filtraggio meccanico composito (il Pure System 3), con filtro HEPA, a carboni attivi e fotocatalitico, per una completa purificazione dell’aria.

Prestazioni e Funzionalità

L’Olimpia Splendid Aquaria 16 non ha la pretesa di offrire all’acquirente prestazioni di massimo livello e funzionalità avanzate, ma punta piuttosto a rappresentare una valida soluzione per esigenze nella media e contesti domestici, il suo ambiente naturale, grazie all’ispirato design da complemento d’arredo.

In termini di cubatura deumidificabile, questo modello si attesta sui 120 – 140 metri cubi massimi dichiarati, con uno standard, a regime, di fino a 16 litri d’acqua estratti per ciclo di 24 ore, con temperatura di riferimento di 32 gradi centigradi ed un tasso di umidità dell’80%.

L’assorbimento energetico oscilla tra i 243 e i 312 watt, a seconda della potenza impostata, cosa che però si riferisce al solo tasso d’umidità settato tramite umidostato elettronico. La velocità di ventilazione dell’Olimpia Splendid Aquaria 16 infatti non è regolabile, ma tramite pannello di controllo possiamo selezionare la modalità SuperDry, pensata appositamente per una rapida asciugatura del bucato, un risultato raggiunto settando automaticamente il deumidificatore alla massima potenza e in “continuo”.

Inutile dire che nella maggior parte dei casi il serbatoio interno si rivelerà appena sufficiente al compito, soprattutto negli ambienti più umidi o, appunto, quando spingeremo l’Olimpia Splendid Aquaria 16 al massimo e per lunghi periodi di tempo. In tutti questui casi però potremo affidarci allo scarico esterno, un’opzione resa particolarmente accessibile dal tubicino incluso, cosa apprezzabile visto che da altri costruttori è spesso omesso e deve essere acquistato a parte. In ogni caso, il rischio di “abuso” del serbatoio è scongiurato dalla funzione automatica di monitoraggio del livello di riempimento. Raggiunta la capienza massima, il deumidificatore produrrà un segnale e andrà in arresto.

Gestito dalla macchina è anche l’auto-sbrinamento, molto utile, per non dire indispensabile, quando si usa l’Olimpia Splendid Aquaria 16 a basse temperature. In questi casi infatti la condensa potrebbe produrre del ghiaccio, con conseguente aumento dei consumi e usura del deumidificatore. Tutto ciò è contrastato appunto dallo sbrinamento, che arresta il compressore fino al ripristino di una situazione di normalità.

La purificazione dell’aria è un altro aspetto in cui Olimpia ha riposto particolare attenzione, dotando questo modello di un sistema completo di filtraggio (incluso l’HEPA, l’High Efficiency Particulate Air) per contenere gli effetti nocivi di polveri, pollini e spore prodotte dalle muffe, tradizionalmente associate agli ambienti con problemi d’umidità e doppiamente pericolose per tutti i soggetti a rischio allergia.

Quanto a rumorosità, con i suoi 40 dB l’Olimpia Splendid Aquaria 16 si colloca tutto sommato nella media, in rapporto alla potenza erogata, mentre inferiori alla media dei competitor, dobbiamo riconoscerlo, sono le funzionalità “accessorie”, come ad esempio l’autospegnimento e il timer, omessi in questo come in altri esemplari della gamma, come l’Aquaria 10.

Le Nostre Opinioni

L’Olimpia Splendid Aquaria 16, lo abbiamo sottolineato più volte, è un deumidificatore portatile in cui si è cercata una sintesi equilibrata di prestazioni ed appeal estetico. Il secondo, pur legato a criteri di valutazione squisitamente soggettivi, può dirsi di fatto centrato in pieno. Questo modello ha un divertente look retrò, con piccoli tocchi di modernità digitale, e si sposa ugualmente bene con interni arredati in chiave classica o contemporanea.

Anche le prestazioni sono più che valide, ma si fanno senz’altro notare la scarsa capienza del serbatoio (fortunatamente compensata dall’inclusione dello scarico continuo) e le funzionalità forse un po’ troppo “essenziali”, soprattutto quando rapportate a prodotti della concorrenza nella stessa fascia di prezzo.

L’Olimpia Splendid Aquaria 16 rimane comunque un prodotto molto valido, perfettamente adatto al suo compito primario, vale a dire un normale uso day to day in contesti domestici.

Scheda Tecnica Olimpia Splendid Aquaria 16


  • Capacità di deumidificazione: 16 l/24h (32°C/82% UR)
  • Capacità tanica: 1.8 l
  • Livello sonoro: 40 db (A)
  • Livello di umidificazione regolabile con umidostato elettronico
  • Allarme tanica piena
  • Scarico in continuo della condensa
  • Dispositivo di sbrinamento
  • Tanica trasparente: livello acqua visibile
  • Maniglia
  • Volume massimo deumidificabile: 140 m3
  • Portata aria ( max ) m³/h 170
  • Potenza assorbita massima in deumidificazione W 312
  • Peso: 12 kg
  • Dimensioni (Larg. x Alt. x Prof.) mm 305X464X261


Ti potrebbero Interessare anche:

Lascia un Commento

Diventa il primo a commentare

Notificami
avatar
wpDiscuz

Inizia a digitare e premi Invio per la RICERCA