In Recensioni Deumidificatori Trotec
Trotec TTK 24 E – Recensione

I NOSTRI VOTI

Potenza7.6
Risparmio Energetico8.8
Capienza Tanica7.2
Silenziosità8.1
Voto Totale 7.9

COSA CI PIACE
  • Compatto
  • Design curato
  • Avviso riempimento serbatoio
  • Sbrinamento automatico
  • Economico
COSA NON CI PIACE
  • Ventilazione non regolabile
  • Privo di umidostato regolabile
  • Sprovvisto di ruote per il trasporto
  • Scarico continuo poco accessibile
  • Rumoroso in rapporto alla potenza
SCHEDA TECNICA
  • Marca: Trotec
  • Portata: 10 l/24h
  • Consumi: 250 Watt
  • Tanica: 1.6 Litri
  • Rumore: 42 Db
  • Per stanze fino a: 37 m3
  • Scheda Tecnica Completa

Recensione Trotec TTK 24 E


Con il Trotec TTK 24 E torniamo ad occuparci della linea in costante crescita di deumidificatori portatili di questo prolifico costruttore tedesco, specializzato sia in prodotti ad uso industriale e commerciale che in esemplari ad uso domestico. Appartenente alla gamma HomeComfort, il Trotec TTK 24 E rientra ovviamente nella seconda categoria e si propone come discreta soluzione salvaspazio per la deumidificazione di piccole stanze ed ambienti di ridotte dimensioni, con un occhio anche al portafogli.

Caratteristica della maggior parte delle macchine a marchio Trotec è infatti quella di offrire un solido set di caratteristiche tecniche a fronte di una spesa inferiore a quella imposta dalla concorrenza, e questo senza particolari rinunce in termini di qualità complessiva di materiali e prestazioni.

Anche il Trotec TTK 24 onora questa tradizione, e pur trattandosi di un modello molto elementare, collocabile nella fascia bassa della gamma Trotec, offre al potenziale acquirente tutte le caratteristiche base che ci si potrebbe attendere da un prodotto economico.

Design e Qualità Costruttiva

Come altri costruttori, anche Trotec sta progressivamente rivedendo l’immagine classica del deumidificatore, puntando a design sempre più gradevoli e curati. Il discorso vale naturalmente anche per il Trotec TTK 24 E, che pur non osando soluzioni estetiche particolarmente ricercate, vanta comunque linee pulite e moderne, con una discreta attenzione per i dettagli.

Discreta è anche la qualità delle plastiche, mentre l’elementarità del modello si riflette in un’interfaccia di tipo meccanico a dir poco essenziale. In pratica potremo contare solo sul tasto on/off, e sulla presenza di spie luminose chiamate a comunicarci in tempo reale unicamente lo stato del serbatoio e l’attivazione dello sbrinamento.

Il Trotec TTK 24 E dispone infatti della comune funzionalità di sbrinamento automatico in caso di formazione di ghiaccio a basse temperature, mentre per la gestione dell’acqua raccolta può contare su un serbatoio interno da 1,6 litri (pochi in assoluto, accettabili in rapporto a dimensioni e potenza della macchina) e sullo scarico esterno in continuo tramite tubo.

Questo è uno degli aspetti in cui si nota di più l’approccio “spartano” adottato da Trotec per contenere costi e prezzo. Altri modelli, infatti, nascondono l’interfaccia per lo scarico continuo dietro un pannello facilmente accessibile, mentre in questo caso, per raggiungerla, dovremo non solo metter mano alla parte posteriore del Trotec TTK 24 E (cosa peraltro normale), ma rimuovere completamente il serbatoio interno, visto che l’accesso si trova all’interno del corpo macchina, dietro appunto all’alloggiamento del serbatoio. Soluzione molto scomoda, e sicuramente meno “evoluta” di quella offerta da buona parte della concorrenza.

Per il resto, la struttura del Trotec TTK 24 E è piuttosto standard. Sempre posteriormente troviamo la griglia d’entrata dell’aria, con relativo filtro rimovibile per trattenere polvere e peli animali. Lavabile a parte, si tratta comunque di un filtro standard, del tipo di quelli di serie nei condizionatori, e non di un più sofisticato HEPA. Appena sopra la griglia troviamo invece una maniglia per il trasporto, che risulterebbe più funzionale se fosse coadiuvata dalla presenza di ruote, purtroppo non incluse. I piedini di gomma di cui è dotata la base aiutano a stabilizzare il deumidificatore, certo, ma non hanno alcun impatto, appunto, sulla trasportabilità, che potrebbe dare qualche piccolo problema legato soprattutto al peso (10,1 kg, pochi per una persona giovane e forte, molti per i più anziani) più che alle dimensioni tutto sommato molto contenute (parliamo di 243 x 312 x 417 mm).

Prestazioni e Funzionalità

Anche in termini di prestazioni, il Trotec TTK 24 E offre, come dicevamo in apertura, un set di caratteristiche base mirate soprattutto alla deumidificazione di piccoli ambienti, in particolare bagni ed altre stanze con problemi di umidità eccessiva.

La potenza massima è infatti di 10 litri d’acqua per ciclo di 24 ore, con una portata d’aria di 100 m³/h (la ventilazione non è a velocità variabile), mentre in termini di superfice Trotec consiglia l’uso di questo modello per ambienti fino a 15 metri quadrati, corrispondenti a circa 37 metri cubi. Piccoli bagni e stanzette, dunque, lo dicevamo, magari adibiti ad asciugatoio per i panni al chiuso, nel periodo invernale, o anche camere ad letto in cui far lavorare per qualche ora il Trotec TTK 24 E per preparare l’ambiente in vista del riposo notturno, durante cui consigliamo di tenerlo spento, vista la rumorosità non proprio trascurabile (siamo sui 42 dB), specie se rapportata alla limitata potenza.

Manca purtroppo un umidostato regolabile, dunque sarà la macchina a settarsi automaticamente in base a temperatura e livello di umidità ambientale rilevati, con un range operativo di 5-32 gradi centigradi. L’operatività a basse temperature è assicurata dalla funzione Defrost, lo sbrinamento automatico elettrico che entra in funzione quando si rischia la formazione di ghiaccio. Ugualmente automatico è l’arresto in caso di riempimento del serbatoio, con accensione della relativa spia di segnalazione, una funzione molto utile per evitare lo straripamento dell’acqua da condensa dopo molte ore di utilizzo.

Le Nostre Opinioni

Il Trotec TTK 24 E è un prodotto entry-level per quanto riguarda la vastissima gamma di prodotti cui appartiene, e rappresenta quindi un evidente compromesso in termini di prestazioni, facendo leva sul prezzo d’acquisto molto contenuto.

Mancano velocità ed umidostato regolabile, ruote per il trasporto e funzionalità avanzate di programmazione per l’auto-spegnimento, come pure un sistema di purificazione dell’aria. Alcune di queste omissioni (soprattutto l’umidostato) sono meno scusabili e ne compromettono la flessibilità, che avrebbe potuto essere maggiore, mentre altre sono semplicemente una diretta conseguenza del suo obiettivo primario: offrire un “pacchetto” di deumidificazione di base economico e adatto alle normali esigenze quotidiane, come l’asciugatura del bucato e il miglioramento della “salubrità” di piccole stanze con problemi ricorrenti di umido oltre i livelli soglia.

Scheda Tecnica Trotec TTK 24 E


  • Protezione antistraripamento con spegnimento automatico
  • Filtro dell’aria lavabile
  • Collegamento per lo scarico esterno dell’acqua di condensa
  • Deumidificazione max.: 10 litri/24h
  • Portata d’aria: 100 m³/h
  • Adatto ad ambienti fino a ca.: 15 m² / 37 m³
  • Intervallo di lavoro – Temperatura: 5 – 32 °C
  • Intervallo di lavoro – Umidità: dal 20 al 80 % UR
  • Tensione di connessione: 230 V / 50 Hz
  • Consumo energetico: 0,25 kW
  • Serbatoio dell’acqua: 1,6 litro
  • Livello sonoro dB (A): 42
  • Dimensioni ( Largh X lungh x Alt): 312 x 243 x 417 mm
  • Peso: 10,1 kg


Trotec TTK 24 E – Recensione ultima modifica: da Staff DeumidificatoreTop

Ti potrebbero Interessare anche:

Staff DeumidificatoreTop
Esperti e appassionati del settore elettrodomestici, in questo sito dedicato ci occupiamo di pubblicare le nostre Guide all'Acquisto, Recensioni dettagliate con Test, Voti e Classifiche per ogni prodotto che riguarda il settore clima e ambiente, come i Deumidificatori, i Condizionatori ed infine i Ventilatori.

Lascia un Commento

Diventa il primo a commentare

Notificami
avatar
wpDiscuz